Zucca vegetariana ripiena

Nicole ProvenzaliRicette ⋅ 22 luglio 2010 ⋅

Ecco un piatto vegetariano per dimostrare che si può facilmente cominciare a mangiar bene anche senza crudeltà: questa ricetta è un ottimo inizio per far approcciare qualsiasi onnivoro convinto ad una dieta più consapevole.

Come molti sostengono, anche io promuovo l’idea di un giorno alla settimana cruelty-free per chi segue un’alimentazione onnivora: basta cominciare sostituendo i pasti di un giorno alla settimana, dapprima con un piatto vegetariano e, non appena se ne avrà la voglia e lo spirtito giusti, con uno vegano… ci si accorgerà di quante idee e di quanto possa essere facile mangiare senza crudeltà, seguendo semplicemente le nostre ricette più casarecce!

Ingredienti:

una zucca Delica
riso integrale lesso q.b.
un dado vegetale senza glutammato
2 cipolle
3 carote
2 pomodori
una costa di sedano
scamorza affumicata
un cucchiaio di semi di papavero
un pizzico di cumino
sale integrale in fiocchi
pepe q.b.

Tempo di preparazione:
un’ora circa

Procedimento:

Anzitutto lavare, pulire, scalottare la zucca e passarla in forno per una quarantina di minuti a 160° finché non sarà ammorbidita, quindi lasciarla intiepidire e svuotarla della polpa. Nel frattempo far lessare il riso in un brodo fatto con il dado, la cipolla tritata, le carote tagliate a piccoli pezzetti ed il sedano.

Quando il riso sarà cotto, scolarlo e lasciarlo intiepidire, tritando intanto le verdure del brodo ed i pomodori: passare ora tutte le verdure e la polpa di zucca in una padella con un filo di olio, i semi di papavero, il cumino ed uno spicchio di aglio.

A questo punto unire le verdure saltate al riso lesso, mescolare con cura aggiungendovi la scamorza affumicata fatta a piccoli pezzetti. Aggiustare la sapidità solo se necessario. Infornare ora la zucca ripiena, coperta dalla sua calotta, per mezz’ora a 180°.

Buon appetito 🙂


4 commenti a “Zucca vegetariana ripiena”

  1. La scamorza naturalmente dovrebbe essere fatta con caglio vegetale….. un po’difficile da trovare

  2. I latto-ovo-vegetariani mangiano spesso formaggi senza pensare al caglio, anche se quelli industriali usano per l’80% caglio microbico e non animale, per via delle direttive salute e igiene.

    Scamorza Ca’ Verde e Primo Prato per esempio sono con caglio microbico.

    🙂

  3. ps: eccovi un buon sito per chi mangia formaggi e non vuole consumare caglio animale…

    http://www.faraveg.org/index.php?it/122/formaggi-senza-caglio-animale-aggiornato-al-14-maggio-2010

    è una lista per i latto-vegetariani… in attesa del passo vegan 🙂

  4. ps2: niente Primo Prato!!! leggo ora essere della Milkwerk Jager Gmbh, la casa tedesca immischiata nelle mozzarelle blu!

Scrivi un commento