Fermiamo il massacro dell’oca a Butera!

La Palermo Vegetariana ⋅ Cultura antispecista ⋅ 11 agosto 2010 ⋅

Il 15 agosto di ogni anno si celebra a Butera (Caltanissetta) la tradizionale festa “U sirpintazzu e l’oca”. Nel corso di questa manifestazione un’oca vera viene uccisa, appesa a un filo, strattonata e spiumazzata sotto gli occhi del pubblico e infine le viene tirato il collo.

Un gesto crudele e illegale (viola palesemente il codice penale) che potrebbe essere evitato anche semplicemente sostituendo l’oca vera con una di gommapiuma.

Su Facebook un comitato spontaneo di cittadini ha creato un gruppo per raccogliere l’indignazione della gente e in particolare qui c’è un esempio di e-mail da inviare alle autorità per prevenire questo gratuito atto di violenza.

AGGIORNAMENTO: qui una petizione indirizzata al sottosegretario Francesca Martini, al Ministro del Turismo Michela Brambilla e a Papa Benedetto XVI.

Scrivi un commento