Risotto con fiori di zucca e curcuma

Chiara ChiaramonteRicette ⋅ 28 agosto 2010 ⋅ Versione per Stampa

Non smetterò mai di esaltare le doti della curcuma, detta anche lo “zafferano delle Indie”. E’ una pianta erbacea, perenne, rizomatosa della famiglia delle zingiberacee, chiamata anche turmeric, oppure kunyit o haldi in alcune regioni asiatiche. E’ possibile trovarla in Asia sudorientale, Polinesia e Micronesia. Il suo ingrediente attivo è la curcumina che ha un sapore terroso, amaro, piccante ed estremamente volatile, mentre il colore si conserva nel tempo.

Il nome “zafferano delle Indie” deriva dal fatto che dalla rizoma giallo della curcuma si ottengono la polvere di curcuma, una spezia molto usata nella gastronomia indiana e asiatica in generale, e la curcumina, sostanza gialla adoperata in tintoria e in chimica.

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di riso (arborio o roma)
400 gr di fiori di zucca
vino rosso
curcuma
olio d’oliva
sale

Procedimento:

Affettate mezza cipolla e fatela rosolare su una padella a fuoco vivo con dell’abbondante olio d’oliva. Appena sarà imbiondita, aggiungete i 400 grammi di riso e spadellate con il cucchiaio di legno abbassando un po’ la fiamma.

Appena l’olio si sarà assorbito, aggiungete due dita di vino rosso e continuate a spadellare, e poi pian piano aggiungete dell’acqua e fatela assorbire spadellando, anzi “arriminando” sempre. Cinque minuti dopo aggiungete i fiori di zucca tagliati grossolanamente. Versate acqua e spadellate. Salate a vostro piacere e aggiungete qualche pizzico di curcuma.

Appena il risotto avrà raggiunto la giusta cottura, e questo dipende dal riso che avete scelto, spegnete il fuoco e lasciate riposare per qualche minuto prima di servire.

Buon appetito 🙂

Scrivi un commento