Un gustoso calzone vegan

Valeria Lo IaconoRicette ⋅ 26 gennaio 2011 ⋅

Questa ricetta nasce dalla rielaborazione di un cibo molto apprezzato a Palermo: il pezzo di rosticceria. Naturalmente quest’ultimo contiene tutti ingredienti ai quali sono contraria: affettati, latticini, strutto e molto altro. Perseverando nella convinzione che per avere un piatto gustoso non sia necessario imbottirlo di cibi di derivazione animale, ho realizzato il calzone eliminando l’ingrediente della crudeltà.

Insomma un cibo da poter mangiare a cuor leggero. Calorie a parte 😉

Ingredienti per 6 calzoni:

un kg di farina di grano duro
25 g di lievito
un cucchiaio di zucchero
un cucchiaio di sale
besciamella di soia
passata di pomodoro
una confezione di wurstel di tofu
olio extravergine di oliva
sale e pepe q.b.

Tempo di preparazione:
mezz’ora circa (più tre ore per la lievitazione)

Procedimento:

Sciogliete il lievito in un po’ d’acqua tiepida, e con questa formare, con un po’ di farina, una palla di pane in pasta. Mettete da parte questo panetto e con il resto della farina, alla quale avrete mescolato il sale e lo zucchero, formate un’altra palla di pane in pasta aggiungendo acqua quanto basta. A questo punto avrete due panetti. Uniteli e impastate per uniformarli.

Ora la pasta avrà bisogno di lievitare per circa tre ore in un luogo asciutto, non freddo nè umido. Dopo la lievitazione noterete che l’impasto avrà raddoppiato le dimensioni. A questo punto infarinate un ripiano e iniziate a stendere la pasta con un mattarello. Prendete un pezzo di pasta e riempitelo di condimento (passata di pomodoro, besciamella di tofu e pepe), chiudete il tutto, spennellate con salsa di pomodoro per dar colore e chiudete con la besciamella di soia e una fetta di pomodoro fresco. Ripetete per gli altri calzoni.

Infine prendete una teglia dove avrete messo un po’ d’olio e adagiatevi i calzoni. Preriscaldate il forno per 10 minuti e infornate a 150 gradi per 20 minuti circa. Servite tiepido.

Buon appetito 🙂

Scrivi un commento