Pasta al forno del Barone

Lucia Russo ⋅ Ricette ⋅ 12 settembre 2011 ⋅

Semplice e nostrana. Senza soia nè seitan, che in questo caso – secondo me – non servono a dare sapore ma solo consistenza: qui il “corpo” della pietanza è dato da melanzane fritte in tocchi. Posso solo dire che è stata un successone anche fra gli onnivori 🙂

Ingredienti per 6 persone:

1/2 kg di pennette rigate o anelletti
1 lt di besciamelle già pronta (o preparata in casa con 100 g di burro di soia, 100 g di farina, 1 lt di latte di soia, sale, pepe e noce moscata)
600 cl circa di salsa di pomodoro (o passata)
due melanzane tunisine
250 g di pisellini
due cipolle bianche
una carota
1/2 costa di sedano
olio extravergine di oliva
due pugni di pangrattato
poco burro di soia o margarina
sale

Tempo di preparazione:
due ore circa

Procedimento:

Per prima cosa lavare e tagliare le melanzane in tocchi piuttosto grossi e metterli in acqua e sale. Preparare la salsa: tritare finemente cipolla, carota e sedano e farli stufare a fuoco dolce nell’olio in un capace tegame; quando il soffritto è morbido versarvi la salsa. Salare se necessario, aggiungere un po’ d’acqua e continuare la cottura a fuoco basso. Sbollentare i pisellini in poca acqua e unirli alla salsa.

Friggere le melanzane possibilmente in olio d’oliva. Cuocere la pasta a metà cottura (nella confezione degli anelletti spesso è indicato il tempo di cottura ideale per poterla infornare); mentre la pasta cuoce, versare nel tegame della salsa metà abbondante della besciamella e, se necessario, scaldare piano. Deve diventare bollente. Quando la pasta è pronta, unirla al condimento, aggiungere le melanzane fritte, rimestare velocemente e trasferire il tutto nella teglia precedentemente imburrata e cosparsa di pangrattato.

Cospargere con la besciamella rimasta ed ultimare con una spolverata abbondante di pangrattato. Infornare a temperatura media per 20 minuti/mezz’ora. Dare qualche minuto di grill.

Buon appetito 🙂


3 commenti a “Pasta al forno del Barone”

  1. mi e’ venuta fame

  2. ottima!

  3. buonissima…già provata!i se aggiungi il seitan “fresco” tritato dà quella consistenza che ha il suo perchè…

Scrivi un commento