Una piacevole scoperta

Elvira Frusteri ⋅ Storie di vite veg ⋅ 8 gennaio 2012 ⋅

Una piacevole scoperta

Tutto è iniziato nel settembre 2007 quando una amica che aveva partecipato ad un seminario sull’impatto ambientale dell’uomo mi fece: «Sai quanto inquina una fetta di carne?». Io mi chiesi: «Come fa a inquinare una fetta di carne?». Ci pensavo e ripensavo periodicamente, poi un giorno mi misi a cercare su Internet. Era dicembre 2009! Trovai dei siti, un forum: li divorai e dopo qualche giorno ero diventata vegan… questo perché io sono sempre molto radicale 😉

Tutto iniziò così, per “provare”, e per capire cosa diamine mangiassero i vegan. Mi si spalancò così davanti un mondo colorato, succoso e ricco. Solo dopo qualche settimana cominciai a notare i benefici: inizialmente credevo fosse un effetto placebo, oggi però posso dire che grazie alla mia nuova alimentazione-stile di vita ho detto addio a: stipsi, forfora, afte, gastrite, rinite cronica e soprattutto ho detto addio alle mie allergie, alla mia tosse e ai miei inalatori!

Essere vegan o vegetariano non è solo un “non mangiare carne e/o derivati”. E’ cambiare prospettiva. Io sono vegan perché amo la terra su cui vivo e voglio custodirla perché è un bene preziosissimo. Sono vegan perché non esistono animali “di serie A” (cani, gatti, pesci rossi e canarini) e animali “di serie B” (mucche, tonni e maiali). Sono vegan perché so che le proteine animali provocano serie malattie. Essere vegan mi ha portata a “far quadrato” sulla mia vita e a capire che impegnarmi oggi in uno stile di vita sano è un investimento per il mio futuro. Provate, provate, sperimentate: non tornerete indietro! 🙂


Un commento a “Una piacevole scoperta”

  1. brava brava cmq in sicilia siamo tanti e spero sempre dipiu’.! go veg!

Scrivi un commento